Pizzette da Buffet

Queste pizzette sono buonissime e molto semplici da preparare. E’ una ricetta molto famosa nel web, è quella delle Sorelle Simili.

Queste sono le tipiche pizzette da buffet, perfette per un compleanno, per una festa o per un aperitivo.

Ingredienti per circa 50 pizzette medie
500 gr di farina 00
250 gr di acqua tiepida
25 gr (un cubetto) di lievito di birra
40 gr di burro morbido
1 cucchiaio di zucchero
1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva
1 cucchiaino di sale

PER LA FARCITURA
polpa di pomodoro tritata fine
mozzarella tagliata a cubetti
origano
sale

Iniziate sciogliendo il lievito nell’acqua tiepida con lo zucchero. Mettete la farina in una ciotola capiente versatevi al centro il composto di acqua e lievito e iniziate a mescolare con una forchetta. Spostate l’impasto sulla spianatoia o sul piano e impastate fino ad ottenere un impasto omogeneo. Fate una palla, mettetela in una ciotola coperta di pellicola alimentare e fatela lievitare per 40-50 minuti (io l’ho messa nel forno spento).

Se avete più tempo potete diminuire la quantità di lievito e lasciare lievitare per più tempo, avrete sicuramente un impasto migliore.

Una volta che l’impasto avrà lievitato mettetelo sul piano e, senza lavorare ulteriormente la pasta, tirate con il mattarello una sfoglia di circa 3 mm di spessore, con uno stampo per biscotti del diametro che preferite e ricavate dei dischetti. Disponeteli sulla teglia del forno rivestita di carta forno, tenendoli un poco distanziati. Reimpastate i ritagli, stendeteli, tagliateli e disponete anche questi sulla teglia fino ad esaurimento dell’impasto.

Se l’impasto inizia a ritirarsi quando lo reimpastate lascitelo riposare una decina di minuti.

Con la punta delle dita, premete il centro di ogni dischetto formando un incavo in cui adremmo a mettere la polpa di pomodoro e la mozzarella. Prima di informare spolverate con abbondante origano. Infornate le pizzette nel forno preriscaldato a 200° per circa 10 minuti. Quando saranno belle dorate sfornatele e fatele raffreddare prima di gustarle.

Crostata al mascarpone e gocce di cioccolato

Questa crostata è veramente buonissima, semplice da fare e fa veramente figura!

La ricetta è di Sonia Peronaci e la potete trovare qui. La ricetta è uguale a quella di Sonia, ho semplicemente sostituito la farina di mandorle con quella di nocciole e non ho messo la cannella.

INGREDIENTI PER UNO STAMPO DI 24 CM
PER LA FROLLA
farina 00 225 g
farina di nocciole 100 g
burro 140 g
zucchero a velo 100
uova medie 1 + 1 tuorlo
sale 1 g
vaniglia 1 bacca

PER IL RIPIENO
mascarpone 350 g
ricotta di pecora 500 g
zucchero semolato 150 g
amido di mais 20 g
tuorli 2
vaniglia 1 bacca
arancia la scorza di 1
gocce di cioccolato fondente 120 g

PER SPENNELLARE
1 uovo

Iniziate tritando finemente le nocciole con lo zucchero a velo in un robot da cucina. Versate nel robot la  farina 00 e il burro freddo tagliato a cubetti. Azionate brevemente per ottenere una consistenza simile alla sabbia. Unite anche il sale, l’uovo intero e il tuorlo, infine i semini interni di una bacca di vaniglia. Azionate nuovamente la macchina finchè otterrete un composto che inizia ad aggregarsi.

Mettete l’impasto nella spianatoia e lavoratelo a mano fino ad ottenere un panetto, copritelo con la pellicola e lasciatelo riposare in frigorifero per un’ora. Nel frattempo, ci occuperemo della fornitura.

Settaciate con un colino la ricotta per renderla cremosa e liscia. Aggiungete il mascarpone e lo zucchero semolato setacciato assieme all’amido di mais. Aggiungete al composto i tuorli e utilizziamo le fruste elettriche per ottenere una crema liscia e senza grumi. Aggiungete altra vaniglia e la scorzia grattuttiata di un arancia (o di un limone se preferite).

Alla fine aggiungete le gocce di cioccolato, mescoliamo delicatamente e mettiamo in frigo.

Stendiamo la frolla sottile (circa 4-5 millimetri) e la stendiamo sopra allo stampo imburrato ed infarinato. Utilizziamo una forchetta e pratichiamo dei bucherellini sulla frolla, ci versiamo sopra la farcitura e livelliamo bene.

Utilizziamo la pasta rimasta per fare delle strisce per decorare la nostra crostata, potete scegliere voi se farle strette o un pò più larghe, io ho scelto una via di mezzo 😊 Spennellate la frolla con l’uovo per darle un aspetto più bello.

Infornate la crostata in forno statico preriscaldato a 175° per 60 minuti, quindi sfornatela e lasciatela raffreddare bene prima di toglierla dallo stampo.

Tagliatelle al ragu d’anatra

Il ragu d’anatra è sicuramente uno dei miei sughi preferiti. Probabilmente da vicentina è uno dei piatti più importanti della mia tradizione. Solitamente il ragu d’anatra lo mangio con i bigoli, come prevede la tradizione, ma questa volta ho cambiato tipo di pasta e ho fatto le tagliatelle.

Quest’anno l’anatra è stata la protagonista del mio pranzo di Natale. Proprio perchè questa ricetta è stata dedicata ad una giornata importante ho deciso di non utilizzare il macinato d’anatra che si trova in commercio ma ho disossato un anatra intera. E’ stata una missione lunga e non proprio semplice però devo dire che ne è valsa la pena.
Ecco gli ingredienti che vi serviranno per fare le vostre tagliatelle fatte in casa con ragu d’anatra.

Ingredienti per 4 persone
4 uova medie
200 gr di farina 00
200 gr di farina di semola
500 gr di macinato d’anatra
1 gambo di sedano
1 carota
1/2 cipolla
salvia qb
olio extra vergine d’oliva qb
1 noce di burro
sale e pepe qb

Per realizzare le tagliatelle versate metà farina in una ciotola capiente. Create un incavo al centro e aggiungete le uova intere, con la forchetta mescolate e contemporaneamente iniziate ad incorporare la farina, man mano che impastate aggiungete anche il resto della farina.

Una volta che la parte liquida è stata assorbita iniziate a impastare a mano, trasferite sul piano l’impasto e lavoratelo per circa 10 minuti, dovrà risultare liscio ed omogeneo. Riponete l’impasto in frigo avvolto dalla pellicola per almeno mezzora.

Iniziamo nel frattempo a preparare il ragu d’anatra. Tritiamo in un mixer il sedano, la cipolla, la carota e l’abbondante salvia. Mettiamo il tutto in una padella capiente e facciamo soffriggere con l’olio e una noce di burro. Quando il nostro soffritto sarà pronto aggiungiamo la carne e cuciniamo a fuoco alto per una decina di minuti mescolando di tanto in tanto.

Quando la carne sarà ben rosolata sfumiamo con del vino bianco. Una volta che il vino sarà evaporato saliamo e pepiamo, mettiamo un coperchio e abbassiamo il fuoco al minimo. Facciamo cucinare il nostro ragu per almeno mezzora.

Mentre il ragu cucina prendiamo il nostro impasto dal frigo e tiriamo la pasta, possiamo utilizzare la macchina sfogliatrice oppure il mattarello. Se tagliamo la pasta a mano una volta ottenuta una sfoglia sottile la infariniamo abbondantemente, la avvolgiamo su se stessa e facciamo delle piccole strisce con il coltello.

Cuciniamo la pasta e quando pronta la spadelliamo con il ragu e abbondante parmigiano.

Buon appetito 🙂

Tagliolini Calamari, Gamberoni e vongole

Quantità per 3 – 4 persone
Tagliolini 400 g
Vongole 500 gr
Calamari 300 gr
Gamberoni 300gr
Pomodorini ciliegino 200 gr
Olio extravergine d’oliva qb
Aglio 3 spicchi
Prezzemolo da tritare 1 ciuffo
Vino bianco qb
Sale fino q.b.
Pepe nero q.b.

Iniziate dalle vongole, risciaquatele bene sotto l’acqua e fate scaldare una padella con dell’olio e uno spicchio d’aglio. Quando l’aglio inizia a soffriggere aggiungete le vongole, coprite con un coperchio fin quando non sono completamente dischiuse, ci vorranno 3-4 minuti. Sgusciate le vongole e lasciatele raffreddare.

Nel frattempo pulite i calamari e i gamberoni e tagliateli a pezzetti. Fate scaldare una padella con dell’olio e uno spicchio d’aglio. Quando l’aglio inizia a soffriggere aggiungete i calamari e fateli cuocere a fiamma alta per un paio di minuti. Salate e pepate e sfumate con del vino bianco. Fate cuocere altri 5 minuti a fuoco basso.

Procedete allo stesso modo con i gamberoni, scaldate un altra padella con olio e uno spicchio d’aglio, aggiungete i gamberoni e sfumate con il vino bianco.

Unire vongole, calamari e gamberoni in una padella, aggiungete i pomodorini tagliati e aggiungete del peperoncino (se di vostro gradimento).

Intanto cuocete i tagliolini in abbondante acqua salata bollente.

Scolate direttamente in padella gli spaghetti e servite ancora caldi con una spolverata di prezzemolo.

Torta Tenerina

Quantità per 6 – 8 persone – Teglia apribile diametro 22 cm
200 gr di cioccolato fondente di ottima qualità
100 gr di burro
150 gr di zucchero
3 uova
50 gr di farina
25 gr di latte (3 cucchiai)
1 pizzico di sale

Iniziamo sciogliendo cioccolato e burro a bagnomaria, volendo si può fare anche al microonde prestando attenzione ad abbassare la potenza. Lasciamo intiepidire il composto ottenuto.

Nel frattempo, rompete le uova, separate i tuorli dagli albumi. Montate, con l’aiuto delle fruste elettriche, i tuorli e 75 gr di zucchero per almeno 5 minuti fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso. Infine, versate il cioccolato fuso nelle uova montate.

Sempre con le fruste elettriche a bassa velocità amalgamate  perfettamente il cioccolato alle uova, basteranno pochi secondi per ottenere un composto omogeneo e vellutato.
Infine aggiungete la farina e il latte poco alla volta. Amalgamate ancora con le fruste fino ad ottenere un composto omogeneo.

A parte, montate a neve fermissima gli albumi con il restante zucchero (75gr) e il pizzico di sale. Quando gli albumi saranno bianchi e ben fermi aggiungeteli all’impasto della vostra torta tenerina.

Questa volta, procedete senza fruste, servitevi di una spatola per amalgamare gli albumi al composto di cioccolato, con un movimento dal basso verso l’alto al fine di non smontare l’impasto.
Procedete lentamente e senza fretta, il composto si amalgamerà meglio e non correte il rischio di rovinare la torta.

Ottenuto un composto omogeneo, versatelo in una teglia da forno precedentemente imburrata e infarinata, distribuendo bene l’impasto.

Cottura della Torta Tenerina:

Accendete il forno in modalità statico a 170°, quando avrà raggiunto la temperatura infornate la vostra torta e cucinatela per 25′ – 30′.
La torta sarà pronta quando presenterà in superfice una crosticina più chiara, non cucinatela troppo perchè l’interno deve rimanere morbido.

Dai 25 minuti indicati, potrebbero essere necessari altri 5′ massimo 8′ di cottura a seconda del forno, in base alle indicazione sopra, regolate voi.

Infine sfornate e sformate la Torta Tenerina eliminando il cerchio allo stampo e lasciate raffreddare prima di gustarla. Per un impiattamento ancora più godurioso aggiungete un pò di panna fresca montata al momento.

Buon appetito!