Spaghetti con le cozze

Questo è un periodo molto strano per tutti, il Coronavirus ci obbliga a stare in casa e ci costringe a stare distante dalle nostre famiglie.
Però il cibo è sicuramente una dolce consolazione e in questa bellissima giornata di sole ho deciso di regalarmi un sorriso con una bella spaghettata di cozze da mangiare in giardino.

Ingredienti per 2 persone
200 gr di spaghetti grossi
500 gr di cozze
1 confezione di polpa di pomodoro
2 spicchi d’aglio
1/2 cipolla
peperoncino q.b.
olio extra vergine q.b.

Iniziamo facendo aprire le cozze in una casseruola in cui avremmo fatto soffriggere uno spicchio d’aglio intero. Da quando le cozze si aprono lasciamo cucinare 2 minuti e spegniamo il fuoco. Apriamo i frutti e teniamo metà delle cozze con il guscio e metà le sgusciamo. Mi raccomando tenete da parte il brodo rilasciato dalle cozze, servirà per insaporire il sugo.

Prepariamo ora il sugo. Tritiamo lo spicchio d’aglio con mezza cipolla e facciamo soffriggere in una casseruola insieme ad un pò di peperoncino. Una volta che il nostro soffritto sarà dorato aggiungiamo la polpa di pomodoro, saliamo e pepiamo e lasciamo cuocere per almeno 30 minuti.

Una volta che il nostro pomodoro sarà pronto aggiungiamo le cozze e il brodo che avevamo lasciato da parte. Lasciamo andare il sugo per altri 10 minuti finchè il brodo sarà assorbito.

Nel frattempo facciamo bollire l’acqua e cuociamo la pasta. Una volta pronta scoliamo e facciamo saltare insieme al sugo.

Ora non vi resta che gustare la vostra deliziosa pasta con le cozze. Buon appetito 🙂

Scialatielli con calamaretti e gamberoni

Da piccola ero letteralmente disgustata dal pesce, ma si sa con l’età si cambia..e infatti ora adoro il pesce!

Se poi parliamo di un bel piatto di scialatielli, spaghetti o tagliolini con il pesce..meglio ancora!

Io vado matta per la pasta fresca però purtroppo non sempre c’è il tempo per farla in casa. Meno male che ho acquistato il pasta maker della Philips (qui il link per acquistare Philips Viva Collection Pastamaker), è veramente a prova di bambino e nel tempo che l’acqua bolle avrete pronta la vostra pasta fresca..anzi freschissima! In dotazione c’è uno stampo per i spaghetti, uno per i maccheroni e una via di mezzo che per me è la forma perfetta per ottenere gli scialatielli.

Gli scialatielli sono una pasta fresca tipica della Costiera Amalfitana. Un formato di pasta gustoso e corposo da accompagnare con sughi di pesce.

Ma ecco qui la ricetta

Ingredienti per 4 persone
Per la pasta fresca:
250 gr di farina di grano duro
250 gr di farina di farro
2 uova + acqua (per un totale di 190 gr di liquidi)
q.b. acqua
1 pizzico di sale

Per il sugo:
500 gr di calamaretti
500 gr di gamberoni
2 spicchi d’aglio
q.b. olio extra vergine d’oliva
q.b. prezzemolo
q.b. concentrato di pomodoro
1 peperoncino

Iniziamo curando il pesce. Puliamo accuratamente i calamaretti e i gamberoni, tagliamo i primi a piccoli anelli e tagliamo i secondi a tocchetti, avendo cura di tenerne qualcuno intero.

Facciamo un soffritto con aglio e prezzemolo, aggiungiamo il peperoncino e del concentrato di pomodoro, giusto per aromatizzare e colorare leggermente il sugo. A questo punto aggiungiamo i calamari, sfumiamo con del vino bianco e facciamo cuocere a fiamma alta per qualche minuto.

A parte scaldiamo una padella con l’olio e lo spicchio d’aglio, aggiungiamo i gamberoni e spadelliamo giusto per qualche minuto. Uniamo i gamberoni al sugo dei calamari, facciamo amalgamare per qualche minuto e spegniamo il fuoco.

E’ arrivato il momento di mettere a scaldare l’acqua e di preparare la nostra pasta fresca.

Inseriamo la farina e i liquidi nella pastamaker e attendiamo finchè la pasta comincerà ad uscire dalla forma, tagliamo alla lunghezza che preferiamo. Per chi non ha la macchina per la pasta cambieranno le quantità di liquidi, che saranno 1 uovo per ogni etto di farina, quindi nel nostro caso dovremmo utilizzare 5 uova.

Una volta cotta la pasta la spadelliamo a fiamma alta con il sugo.

Buon appetito 🙂

Linguine alle vongole

Quando ho voglia di un primo piatto gustoso ma veloce da preparare penso sempre alle linguine con le vongole.

Il trucco per rendere questa ricetta veloce è quello di congelare le vongole. Quando le comprate fresche dovrete semplicemente farle aprire in una padella con un filo d’olio e uno spicchio d’aglio e congelarle direttamente con l’acqua rilasciata dalle vongole stesse. Se temete che l’acqua rilasciata possa contenere della sabbia potete metterla in un contenitore alto (anche una bottiglietta e vedrete che si depositerà nel fondo.

Potete scegliere se sgusciare completamente le vongole o lasciar qualche guscio, personalmente preferisco sempre lasciarne qualcuno.

Ingredienti per 2 persone
200 gr di linguine
10 pomodorini datterini
1 spicchio d’aglio
q.b. prezzemolo
q.b. peperoncino
olio extra vergine d’oliva

Iniziate tritando lo spicchio d’aglio con il prezzemolo. Scaldate una padella in cui farete soffriggere lentamente l’aglio con il prezzemolo, un pezzetto di peperoncino e aggiungete poi i pomodorini datterini tagliati a pezzetti.

Mettete l’acqua sul fuoco e fate cuocere le linguine.

Aggiungete ora le vongole (fresche o congelate) nella vostra padella e aggiungete poco alla volta l’acqua rilasciata dalle vongole in cottura. Fate attenzione a non cuocere troppo le vongole in quanto sono già cotte, dovranno solo amalgamarsi bene con il sugo.

Una volta che la pasta è cotta scolatela e spadellatela con il vostro sugo alle vongole, aggiungete un filo di olio a freddo e servite il vostro piatto.

Buon appetito 🙂

Crema di porri e patate con spiedino di salmone

Adoro il salmone, cucinato in ogni modo e in ogni momento e poi tutti sappiamo che è un alimento che fa benissimo, è ricco di Omega3, di proteine nobili, sali minerali e vitamine.

In autunno mi piace molto preparare creme e zuppe e per questa sera avevo voglia di provare qualcosa di nuovo, così mi è caduto subito l’occhio su una ricetta super sfiziosa Crema di porri e patate con spiedino di salmone di Giallo Zafferano.

Ma ora vediamo quali sono gli ingredienti necessari e come preparare la nostra ricetta.

Ingredienti per 4 persone
700 g di Porri
800 g di Patate
800 g Tranci di salmone
Scorza di limone
1 rametto di timo
q.b. brodo vegetale
q.b. Olio extravergine d’oliva
q.b. sale

Iniziamo preparando il salmone che dovrà essere lasciato a marinare per almeno un ora. Laviamolo accuratamente e tagliamolo a quadrotti. Prepariamo degli spiedini e mettiamo a marinare in una ciotola in cui avremmo inserito l’olio extra vergine, il timo e la scorza di limone. Aggiungete un pizzico di sale e una spolverata di pepe. Copriamo con pellicola e lasciamo marinare in frigo.

Prepariamo a questo punto la crema di patate e porri. Facciamo un soffritto di cipolla in una padella e una volta che la cipolla sarà appassita aggiungiamo le patate sbucciate e tagliate a tocchetti e le rondelle di porro.

Sfumate con un mestolo di brodo vegetale, salate e pepate a piacere. Coprite infine con il brodo rimanente,e fate cuocere per 30 minuti, fino a quando le patate non si saranno ammorbidite. Trascorso questo tempo, con l’aiuto di un frullatore ad immersione passate il composto finché non otterrete un composto omogeneo e cremoso.

Ora procediamo con la cottura degli spiedini a fuoco alto, in modo da colorare l’esterno e mantenere l’interno morbido e succoso, bastano pochi secondi per lato. Conservate l’emulsione, vi servirà per insaporire ulteriormente gli spiedini durante o dopo la cottura.

Impiattate la vostra crema in un bella ciotola e adagiatevi sopra gli spiedini che saranno da gustare insieme.

Strozzapreti con salsiccia, robiola e zafferano

Era ormai già da un pò che avevo visto sul profilo instagram di vale_incucina questa ricetta, e non vedevo l’ora di provarla, gli ingredienti sono tutti buonissimi quindi come poteva non essere buona??

Infatti ne è uscito un primo piatto sfizioso e gustoso, poi quella cremina gialla…da leccarsi i baffi 🙂

Veniamo ora agli ingredienti.

Ingredienti per 2 persone
250 gr di Strozzapreti freschi o qualsiasi altro tipo di pasta
100 gr di robiola
1 salsiccia
1 bustina di zafferano
1/2 cipolla
Parmigiano qb
Sale e pepe qb

Iniziamo tagliando 1/2 cipolla sottile, facciamola soffrire in una padella capiente. Nel frattempo spelliamo la salsiccia e la sgraniamo sulla cipolla soffritta.

Cuciniamo finchè non sarà cotta, a questo punto possiamo già scaldare l’acqua per la pasta.

In una ciotola mescoliamo la robiola con una buona dose di parmigiano grattuggiato e aggiungiamo lo zafferano. Inseriamo qualche cucchiaio di acqua di cottura per amalgamare il tutto.

Quando la pasta sarà cotta spadelliamola con la salsiccia e solo all’ultimo inseriamo il composto con la robiola.

In pochissimo tempo avete preparato un piatto ottimo e gustoso che stupirà anche gli ospiti più esigenti, buon appetito 🙂

Gnocchi di patate

Gli gnocchi di patate sono un primo piatto buonissimo che sa di tradizione e di famiglia.

Ogni volta che li faccio penso a mia nonna, fin da piccola ho iniziato a preprarli con lei, quanto mi piacevano le mattinate passate in sua compagnia a fare gli gnocchi.

Ingredienti per 4 persone
1 kg di patate
1 uovo
Farina di semola q.b.
Farina 00 q.b.
1 pizzico di sale

Iniziamo cucinando le patate. Io ho due metodi veloci per non perdere tempo e soprattutto per non fare assorbire troppa acqua alle patate. Uno richiede l’utilizzo del microonde e l’altro della pentola a pressione.

In microonde:

Laviamo bene le patate e asciughiamole. Arrotoliamo ogni patata in un foglio di scottex e cuciniamo in mircoonde per almeno 5 minuti. Il tempo dipende dalla grandezza delle patate e da quante ne cucinate insieme, per capire se sono cotte utilizzate la forchetta.

In pentola a pressione:

Laviamo le patate e tagliamole a pezzi non troppo piccoli e lasciamo cucinare in pentola a pressione per circa 15 minuti.

Io ODIO sbucciare le patate. Nel tempo ho però scoperto che tagliandole a metà e schiacchiandole con lo schiacciapatate si fa molto prima.

Questa è la mia tecnica risparmia tempo preferita 😊

Procediamo quindi con lo schiacciare le patate, a questo punto aggiugniamo un abbondante pizzico di sale e l’uovo, mescoliamo bene e poi iniziamo ad aggiungere la farina (io uso metà 00 e metà semola)

Non ho dato una quantità di farina perchè dipende da molti fattori, prima di tutto dalle patate. Fate attenzione ad aggiungere solo la farina necessaria ad ottenere un impasto malleabile e non appicicoso, se esagerate con la farina otterrete degli gnocchi troppo duri.

Una volta impastato il tutto otteniamo dei piccoli rotolini e tagliamo gli gnocchi della grandezza che preferiamo. A questo punto utilizziamo lo rigagnocchi per fare le riche agli gnocchi, se non avete lo rigagnocchi potete utilizzare anche una forchetta.

Per cucinare gli gnocchi fate bollire l’acqua e inserite gli gnocchi, quando vengono a galla sono pronti.

Serviteli con il sugo che più vi piace, per me gnocchi vuol dire ragù 😊

Pasta e fagioli alla veneta

La pasta e fagioli alla veneta è un piatto che mi piace molto preparare d’inverno, e visto che a quanto pare l’inverno sta finendo ho deciso di preprarla per questa sera.

La pasta e fagioli è un piatto povero ma sostanzioso e molto saporito. Vediamo ora come preprarlo.

Ingredienti per 4 persone
200 gr fagioli borlotti secchi
50 grammi lardo
1 cipolla
1 spicchio d’aglio
1 rametto di rosmarino
q.b. prezzemolo
q.b. sale e pepe
1 patata
2 cucchiai di pomodoro concentrato
q.b. pastina

Al mattino mettete in ammollo i fagioli secchi e lasciateli a bagno per 12 ore.

Alla sera preprate un trito di aglio, cipolla, lardo e rosmarino e fatelo soffrigere in padella. Aggiungiamo il concentrato di pomodoro e il prezzemolo. Unire i fagioli scolati e la patata tagliata a pezzetti piccoli e aggiungiamo acqua quanto basta.

Facciamo cuocere per almeno 1 ora, possiamo controllare la cottura verificando che i fagioli siano morbidi e ben cotti.

Con l’utilizzo di un mestolo togliamo circa 2/3 dei fagioli e mettiamoli da parte. Con il frullatore ad immersione frulliamo il resto dei fagioli fino ad ottenere una crema densa e omogenea, a quel punto aggiungiamo i fagioli che avevamo messo da parte e inseriamo la pastina.

La pasta e fagioli alla veneta prevede l’utilizzo di tagliolini all’uovo molto sottili, io preferisco utilizzare i ditali.

Buon appetito!

Pasta con le polpette

Le polpette si sa, sono il cibo preferito sia di grandi che di piccini. Se poi uniamo delle belle polpette al sugo ad un piatto di pasta, ecco che abbiamo trovato la combinazione perfetta.

Vediamo ora come preprare questa ricetta tradizionale.

Ingredienti per 4 persone
400 gr di bigoli freschi
250 gr carne macinata
1 salsiccia
50 gr di mortadella
50 gr di parmigiano
1 uovo
2 spicchio d’aglio
prezzemolo qb
pane grattato qb
latte qb
500 gr di passata di pomodoro
1/2 cipolla

Tritiamo in un robot da cucina la mortadella insieme al parmigiano, alla salsiccia e all’aglio . Uniamo gli ingredienti tritati al macinato, aggiungiamo l’uovo e prepariamo un composto di pane grattato e latte che andrà inserito per legare bene l’impasto. Mettiamo il prezzemolo, saliamo e pepiamo il nostro composto per le polpette.

Iniziamo a questo punto a preparare le polpette, a me piacciono medio/piccole perchè si cucinano meglio e sono più adatte ad una pasta con il sugo.

Una volta preparate le polpette mettiamo sul fuoco una padella larga con un pò d’olio e una volta caldo inseriamo le polpette e le cuciniamo, avendo cura di girarle a metà cottura, per circa 15 minuti.

Mentre le polpette cucinano prepariamo il sugo di pomodoro. Scaldiamo dell’olio in una pentola e facciamo un soffritto di aglio e cipolla. Saliamo e pepiamo.

Quando le polpette saranno pronte le uniamo al sugo di pomodoro e cuciniamo il tutto ancora per 10 minuti per fare insaporire bene il sugo.

Facciamo bollire l’acqua e cuciniamo i bigoli. Una volta scolati facciamo saltare per qualche minuto insieme al sugo.

Buon appetito 🙂

Risotto con zucchine e carote

I risotti sono un primo piatto che mi piace veramente molto, è leggero e con un pò di fantasia si può farlo con qualsiasi ingrediente.

Fin da piccola mia mamma lo usava come un mezzo per farmi mangiare le verdure senza brontolare e ancora oggi lo faccio quasi sempre con le verdure.

Oggi ho scelto di prepararlo con le zucchine e le carote, semplice, gustoso e leggero.

Vediamo come preparare insieme questo piatto!

Ingredienti per 2 persone
130 gr di riso carnaroli (io uso il riso La Fagiana)
1 zucchina
1 carota
1/2 cipolla
1 noce di burro
olio qb
brodo caldo qb
parmiggiano gratuttiago qb

Ovviamente il tipo di riso che utilizzate è una scelta importante, io da molti anni utilizzo solamente il riso dell’azienda agricola La Fagiana di Eraclea (VE), ogni estate vado direttamente in azienda e faccio scorta, il loro riso è perfetto per ottenere un risotto cremoso e gustoso. Qui potete dare un occhiata al loro sito

Iniziamo la nostra preparazione tritando in un robot da cucina la zucchina, la carota e la cipolla. Scaldiamo dell’olio in una pentola bassa e abbastanza larga e facciamo soffriggere il nostro trito di verdure.

Nel frattempo scaldiamo il brodo e facciamo tostare il riso in una padella con dell’olio, avendo cura di mescolare per non farlo bruciare.

Una volta tostato il riso lo mettiamo nella padella con le verdure e amalgamiamo bene il tutto. Aggiungiamo il brodo fino a coprire tutto il riso e abbassiamo a fuoco medio/basso, il brodo dovrà sobbollire leggermente.

Ci vorranno circa 25 minuti perchè il nostro risotto sia pronto, mescoliamo di tanto in tanto e aggiungiamo il brodo quando necessario. Se il brodo non è abbastanza salato dovrete aggiungere del sale.

Cercate di tenere il risotto abbastanza liquido fino a fine cottura, dovrete effettuare la famosa prova dell’onda. Viene chiamata in questo modo perché a fine preparazione, quando si muove con un colpo secco la pentola, il risotto dovrà creare una specie di onda sulla superficie.

A fuoco spento aggiungete una noce di burro e un’abbondante grattata di parmigiano grattuggiato per effettuare la mantecatura.

Il vostro risotto è ora pronto per essere gustato.

Pasta zucchine e pancetta

Oggi vi lascio una ricetta semplice, semplice ma tanto gustosa. E’ uno dei miei piatti preferiti e una ricetta salvacena perchè a casa mia non mancano mai zucchine e pancetta.

Vediamo ora quali sono gli ingredienti necessari.

Ingredienti per 2 persone
200 gr di pasta
2 zucchine
1 confezione di pancetta
olio qb

Laviamo bene le zucchine e tagliamole a lamelle sottili.

Scaldiamo una padella con dell’olio e quando sarà calda aggiugniamo le zucchine. Facciamo cuocere qualche minuto a fuoco alto e poi abbassiamo lasciandole cuocere a fuoco medio, avendo cura di mescolare di tanto in tanto.

Nel frattempo mettiamo sul fuoco la pentola per cuocere la pasta.

Mettiamo ora sul fuco una padella piccola in cui fare saltare la pancetta. Una volta che la pancetta sarà ben dorata l’aggiungiamo alle zucchine e le facciamo cucinare finchè la pasta non sarà pronta.

Scoliamo la pasta e facciamo saltare insieme al sugo per qualche minuto, aggiungiamo abbondante parmigiano e serviamo.

Se proprio volete esagerare con i grassi aggiungete anche della panna 🙂

Mentre per una versione più light potete sostituire la pancetta con il prosciutto cotto.

Buon appetito 🙂